Laboratorio di Tossicologia Forense

Descrizione


Il Laboratorio di Tossicologia Forense dell’Istituto di Medicina Legale dell’Università di Catania rappresenta una realtà d’eccellenza nel panorama nazionale. Opera da decenni nel complesso settore delle indagini chimico-tossicologiche e, oltre alle tradizionali attività proprie dell’ambito medico-legale, ha proficuamente incentrato l’attenzione su numerosi altri settori applicativi e sperimentali.
Attrezzato con sofisticate e moderne apparecchiature laboratoristiche (GC-MS, UPLC-MS/MS, GC-ECD, GC-Head-Space, elettroforesi capillare) e gestito grazie alla collaborazione di una qualificata equipe multidisciplinare, il Laboratorio di Tossicologia Forense ha tenuto il passo con i tempi eguagliando i livelli richiesti dagli standard internazionali. In particolare, sono stati messi a punto numerosi e diversificati protocolli di indagine finalizzati alla ricerca chimico-tossicologica in matrici biologiche – convenzionali e non convenzionali – di sostanze stupefacenti, psicofarmaci e altre sostanze tossiche organiche volatili e non volatili.
Nello specifico l’attività svolta presso il Laboratorio può essere brevemente riassunta in:
Ricerca di sostanze stupefacenti e psicotrope su matrici pilifere e diagnosi di tossicodipendenza
Il Laboratorio di Tossicologia si occupa della ricerca di sostanze stupefacenti e psicotrope su matrici pilifere. La loro identificazione e quantificazione consente di valutare l’entità di comportamenti di abuso pregressi.
Il Laboratorio Tossicologia Forense partecipa al controllo di qualità HAIRVEQ finalizzato alla “valutazione esterna di qualità sulla ricerca di sostanze d’abuso nella matrice cheratinica”.
Indagini di tossicologia clinica per il rinnovo della patente
Il Laboratorio di Tossicologia Forense collabora con la Commissione Medica Locale per la valutazione dell’idoneità alla guida di coloro a cui è stata sospesa la patente per aver guidato in stato di alterazione psicofisicaé in seguito all’assunzione di alcool o di sostanze stupefacenti. Per quanto concerne la valutazione dell’abuso cronico di alcool, la metodica attualmente in uso, secondo gli standard imposti a livello nazionale, comprende la determinazione nel siero del paziente della Desialo – Transferrina (CDT). La dotazione di UPLC (Ultra Performance Liquid Chromatography) permette inoltre la ricerca dell’etilglucuronide (EtG) nei capelli.
Indagini chimico-tossicologiche su visceri e liquidi biologici
La Sezione di Tossicologia Forense del nostro Dipartimento rappresenta il punto di riferimento per le Procure della Sicilia e Calabria. Allo stato attuale, infatti, presso le nostre strutture afferiscono quasi tutti i casi di decesso correlabili a causa di presunta natura tossica.
Indagini di tossicologia clinica
Il Laboratorio di Tossicologia si è reso, inoltre, fattivamente operativo anche per le emergenze, elaborando strategie analitiche che, per la loro rapidità d’esecuzione, costituiscono un prezioso ausilio diagnostico per le strutture di Pronto Soccorso di numerosi ospedali in svariati casi di avvelenamento acuto; ciò è di particolare interesse sol che si consideri l’importanza vitale che assume la tempestiva individuazione della corretta terapia antidotica nelle emergenze di natura tossicologica.
La ricerca scientifica rappresenta uno dei principali interessi dell’equipe afferente al Laboratorio di Tossicologia Forense, come testimoniato dalla rilevante quantità di lavori pubblicati sulle più importanti riviste nazionali e internazionali di Medicina Legale e di Tossicologia e per la partecipazione a Congressi Internazionali.
Il Laboratorio di Tossicologia Forense ha all’attivo varie collaborazioni con Enti e laboratori pubblici.
E’ doveroso, infine, ricordare il Progetto umanitario svolto in collaborazione con il Laboratorio di Antropologia e Odontologia Forense (LABANOF) di Milano, diretto dalla Prof.ssa Cristina Cattaneo.
Responsabili: Prof. Guido Romano (Tel.: 095-3782164; romanogu@unict.it)
Prof.ssa Nunziata Barbera (Tel.: 095-3782164; nbarbera@unict.it)